Abbiamo accolto la prima famiglia ucraina in fuga dalla guerra.

Petra, di 8 anni e sua mamma Daya sono arrivati ieri ancora terrorizzati e con l’angoscia dei loro famigliari rimasti in Ucraina.

Nei prossimi giorni sono previste altre famiglie. Abbiamo dato la nostra disponibilità e faremo tutto il possibile affinché quanti più bambini possano essere messi in salvo e continuare le cure.

Ci sarà un momento per raccontare tutto questo, per dare voce alla paura di queste persone. Ma non ora.
Adesso dobbiamo aprire le porte e infondere coraggio e speranza.

In attesa di nuovi aggiornamenti ti ringraziamo per essere dalla parte ABEO LIGURIA GENOVA